Committente: Commissario Delegato per l’emergenza
Sito: Provincie di Venezia e Treviso
Opera: Passante autostradale di Mestre
Importo: € 585.132.521,00
Servizio svolto: Coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione
Periodo: 2006 – 2014

Il Progetto del Passante è stato ideato con lo scopo di decongestionare la trafficata Tangenziale di Mestre che presentava un traffico di circa 170 mila veicoli/ giorno, pari a circa 55 milioni l’anno.

L’autostrada è stata aperta al traffico nel febbraio del 2009. La bretella autostradale di circa 32 chilometri collega direttamente i due tronchi orientali della A4, la Milano-Venezia e la Venezia-Trieste, permettendo di evitare l’area urbana del capoluogo veneto e risolvendo uno dei maggiori nodi di traffico del Paese.

Un’infrastruttura realizzata a tempo di record, in soli quattro anni, grazie a procedure straordinarie ma anche con un approccio pragmatico e allo stesso tempo innovativo, riuscendo a ottenere il consenso del territorio e il suo coinvolgimento nella valorizzazione dell’asse autostradale come occasione di ricucitura ambientale attraverso la creazione di un parco lungo 30 chilometri (il Passante Verde).

Principali caratteristiche tecniche: per due terzi in rilevato (14 tratti, per un totale di circa 22 chilometri), mentre il resto presenta otto tratti in trincea, per un totale di circa dieci chilometri, di cui sette parzialmente coperti, con gallerie artificiali di lunghezze comprese tra 100 e 445 metri, fra le quali se ne segnalano quattro, realizzate con monoliti prefabbricati in calcestruzzo, necessarie per sottopassare altrettante linee ferroviarie.

Il tutto in un quadro complessivo di decine di ponti, viadotti, sovrappassi e sottopassi per l’attraversamento dalla rete stradale, ferroviaria e dei canali che segnano il territorio;